Colture idroponiche, la nuova frontiera dell’industria 4.0 - Un sistema innovativo che apre nuovi importanti scenari nella coltivazione
 
Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli San Salvo su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Colture idroponiche, la nuova frontiera dell’industria 4.0

Un sistema innovativo che apre nuovi importanti scenari nella coltivazione

In occasione della visita guidata presso l'azienda agricola Fratelli La Pietra, a Monopoli, noi studenti del Mattioli di San Salvo abbiamo avuto l'occasione di venire a contatto con le colture idroponiche, la nuova frontiera dell'industria 4.0.
Esse rappresentano la possibilità di utilizzare tecniche di coltivazione fuori suolo, sostituendo la terra con uno strato inerte e irrigando le piante, che crescono verticalmente occupando minor spazio, con una soluzione nutritiva composta da acqua e sali minerali.

Ma perché passare alle idrocolture?
Esse presentano diversi vantaggi rispetto alle coltivazioni tradizionali, primo fra tutti la possibilità di coltivare in situazioni in cui il substrato non permette una coltura ottimale, come in presenza di terreni sabbiosi o rocciosi. Vi è poi il vantaggio di un utilizzo d'acqua minore e purissima. Inoltre la possibilità di regolare la quantità della luce e dell’acqua utilizzata durante tutto il processo di coltivazione, permette alle colture di non avere stagionalità, avendo come risultato una qualità dei prodotti ottenuti straordinaria, con un utilizzo di pesticidi chimici pressoché nullo.

Questa tecnica innovativa però presenta anche qualche svantaggio come per esempio gli elevati costi per costruire e mantenere efficiente un tale sistema produttivo, soprattutto se vengono a mancare le agevolazioni dei finanziamenti europei. Per gestire la produzione è anche richiesto un numero elevato di personale specializzato, con adeguate competenze, per evitare errori che potrebbero portare alla morte di tutte le piante in coltivazione in poco tempo.

Sarebbe possibile realizzare un'attività del genere nel nostro territorio? La risposta è sicuramente affermativa poiché, almeno in linea teorica, tali sistemi di idrocoltura sono realizzabili ovunque, purché ci siano, per la realizzazione delle strutture, ampi spazi non utilizzati per altri fini o edifici dismessi. Ad esempio diversi capannoni di alcune zone industriali del Vastese sono abbandonati da anni e potrebbero essere riconvertiti per questo tipo di attività. Certamente le colture idroponiche, a nostro parere, non devono sostituire la coltivazione tradizionale che rimane legata all'ecosistema del suolo, ma potrebbero essere utili per incrementare la produzione nelle aree urbane con strutture che si elevano in verticale o laddove ci sono siti contaminati e inutilizzabili. Tuttavia oggi i costi costituiscono ancora una barriera per una startup senza grossi finanziamenti.

di Alessandra Albo

di Francesco Celauro

di Luca Torzi


Condividi questo articolo




 

edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi