Falcone e Borsellino: la passione di una vita - Tavola rotonda sui due magistrati che hanno fatto la storia
 
Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Falcone e Borsellino: la passione di una vita

Tavola rotonda sui due magistrati che hanno fatto la storia

foto di Giampietro CiancioHa avuto luogo, sabato 13 gennaio, presso l’Aula Magna “Carlo Anelli” del Tribunale di Vasto, la tavola rotonda intitolata “Falcone e Borsellino: la passione di una vita”.

L’ incontro, indirizzato ai ragazzi del Polo Liceale Mattioli, del Palizzi, del Pantini-Pudente e delle scuole medie Rossetti di Vasto, è iniziato con la presentazione ufficiale di una targa dedicata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino per i 25 anni dalla loro morte. Si è ricordato inoltre come i due magistrati, nel giugno del ‘91, presero parte al XXI convegno dell’Associazione Nazionale Magistrati, presso il tribunale di Vasto, durante il quale Borsellino tenne un importante discorso.

Il dialogo, mediato da Anna Paola Sabatini, ha accolto i saluti e i ringraziamenti del Sindaco di Vasto Francesco Menna e del Presidente dell’Ordine Forense della città, Vittorio Melone, a cui sono seguiti gli interventi del direttore del tribunale di Vasto Bruno Giangiacomo, del Procuratore della Repubblica Giampiero Di Florio, della Senatrice Federica Chiavaroli, sottosegretario della Giustizia, e del Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Giovanni Legnini, che ha colto l’occasione per presentare e donare alle scuole e alle autorità presenti due volumi pubblicati dal CSM, uno su Giovanni Falcone e l’altro su Paolo Borsellino, contenenti documenti, molti dei quali inediti, che contribuiscono concretamente alla ricostruzione storica della battaglia nei confronti di “Cosa Nostra”. Tutti i presenti hanno sottolineato l’importanza e il significato dell’indirizzare questa tavola rotonda ai ragazzi, simbolo del futuro della società.

“Lo scopo di questo incontro è infondere speranza e cambiamenti nei giovani, fornire consapevolezza per scongiurare indifferenza e rassegnazione. I sacrifici di Falcone e Borsellino devono essere un monito per le nuove generazioni” afferma Anna Paola Sabatini.

“Educa i piccoli e non dovrai punire gli adulti” esordisce Vittorio Melone, citando il filosofo Pitagora “educando al rispetto delle regole si indirizza alla libertà, senso di questa giornata e del lavoro con gli studenti”.

“Oggi, giorno da non dimenticare, bisogna rendere vivi la partecipazione e il rispetto delle regole, che la scuola insegna magistralmente. Il solo modo di onorare Falcone, Borsellino e tutti quelli che, come loro, hanno dato la vita per combattere la mafia, è opporsi all’illegalità. Paolo e Giovanni sono due giganti dell’intera storia: intere generazioni di ragazzi sono state spronate dal loro pensiero e dal lavoro da essi compiuto a studiare magistratura. Il significato del loro martirio deve essere ereditato da noi tutti nel sogno di giustizia. Le autorità presenti oggi, in questi incontro dedicato ai ragazzi, ne sono un segnale importante” dice Giampiero Di Florio “Antonino Caponnetto, padre del pool antimafia, era convinto che la mafia avesse più paura della scuola che della giustizia stessa. Abbiamo il dovere morale di contribuire al concetto di legalità”.

Molto profondo e toccante è l’intervento di Federica Chiavaroli: “Le leggi non bastano: sappiamo bene che i ragazzi compiono spesso azioni sbagliate, dettate dall’abitudine, come salire sull’autobus senza pagare il biglietto. È per questo che bisogna parlare loro, per convincerli e portarli sulla “buona strada”. Un filosofo americano diceva che una rana, se messa in acqua fredda e scaldata a poco a poco, non si accorgeva del pericolo, e finiva bollita. Questo succederà a noi, se continuiamo a lasciar perdere. Quando vediamo qualcosa che non va dobbiamo ribellarci, indignarci, sfondare il muro dell’omertà. Falcone diceva che, perché la società vada meglio, serve solo che ognuno faccia il proprio dovere. Il nostro dovere è di difendere il nostro futuro, per ottemperarlo abbiamo bisogno della legalità, grazie a quella eredità culturale e giuridica che i due magistrati a cui è dedicata questa giornata ci hanno lasciato”.

A concludere, il pensiero di Bruno Giangiacomo: “Falcone e Borsellino sono simboli mondiali di legalità. Il Maxiprocesso è tuttora il più grande processo alla criminalità nel mondo. Senza l’istruzione le migliori leggi restano inutili. Paolo e Giovanni andavano spesso nelle scuole, per fare quello che noi, oggi, stiamo facendo con voi: prevenire. Altrimenti la magistratura, da sola, non riesce a combattere l’illegalità. Le buone leggi fanno buoni uomini, ma per fare buone leggi, servono prima di tutto buoni uomini”.

Un profondo incontro, volto a ricordare, a noi ragazzi, che il futuro di cui tanto sentiamo parlare è completamente nelle nostre mani. A noi sta la responsabilità di mettere in pratica ciò che la scuola e dialoghi come questo cercano da tempo di insegnarci. Sempre a noi stanno l’obbligo e il dovere morale di continuare nel tempo la battaglia che Giovanni Falcone e Paolo Borsellino hanno portato avanti fino a pagarla con la vita.


Sara Della Gatta

Valentina D’Aulerio


Condividi questo articolo




 

edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi