"Più che Istituto tecnico agrario, Istituto teatrale agrario" - "Briganti/ Brigands": rappresentazione teatrale oltre i confini nazionali.
 
 
    Leggi il giornale di un istituto
     

      • Roccella Ionica - Istituto Istruzione Superiore P. Mazzone (in attivazione)
      • Macerata - I.P.S.E.O.A. "G. Varnelli" (in attivazione)
      • Campobasso - Liceo Classico "Mario Pagano" (in attivazione)
      • Isernia - I.S.I.S. "FERMI-MATTEI" - ISERNIA (in attivazione)
      • Termoli - I.I.S. Boccardi - Tiberio (in attivazione)
      • Trivento - N. Scarano (in attivazione)

      "Più che Istituto tecnico agrario, Istituto teatrale agrario"

      "Briganti/ Brigands": rappresentazione teatrale oltre i confini nazionali.

      PH Federico MammarellaProprio queste sono state le parole pronunciate durante il discorso conclusivo dal Preside dell’Istituto tecnico agrario “Cosimo Ridolfi” di Scerni, Livio Tosone, giovedì 30 Novembre in occasione della rappresentazione teatrale "Briganti", riguardante il brigantaggio postunitario e la storia di Carmine Crocco. Non una semplice rappresentazione teatrale, bensì un vero e proprio progetto, che ha visto partecipare nazioni europee come Romania, Turchia, Portogallo, Ungheria insieme all’Italia. Ebbene sì, un progetto Erasmus basato sul teatro, in questo caso in lingua inglese, per accomunare culture e modi di fare di vari Paesi. Nella settimana dal 25 Novembre al 1 Dicembre, l’Istituto Ridolfi è stato l'organizzatore di questo evento multiculturale, che ha dato la possibilità a molti alunni di fare nuove conoscenze, ma soprattutto di cimentarsi nella rappresentazione teatrale. I ragazzi provenienti dai Paesi europei sono stati ospitati dalle famiglie di alcuni studenti, che frequentano la scuola e hanno potuto confrontarsi con abitudini e stili di vita diversi da quelli comunemente utilizzati da loro. Durante questa settimana, i ragazzi di età compresa fra i 15 e i 23 anni si sono dati molto da fare per provare la rappresentazione che, infatti, ha attirato l’attenzione di molti, curiosi di venire a vedere come si svolgesse questo spettacolo, tenutosi presso l’Auditorium comunale “Tito Molisani” di Casalbordino.

      Durante il tempo libero i ragazzi stranieri hanno avuto la possibilità anche di ammirare i vari paesaggi del circondario, visitando Vasto e la riserva naturale “Punta Aderci”, ma non solo, hanno anche visitato il “Museo delle Genti” di Pescara, per scoprire una piccola parte della grande storia abruzzese. In questi pochi giorni sono anche riusciti a fare conoscenza con gli alunni del Ridolfi, che li hanno accolti come se fossero davvero amici da una vita. Lo studente Nicola Racca, che ha partecipato al progetto Erasmus, ha intervistato alcuni di loro per il giornale scolastico “Scuolalocale”.PH Federico Mammarella

      "Vi è piaciuta questa esperienza in Italia?"

      "Ho amato questa settimana, ci siamo divertiti da morire; il momento migliore è stato quando gli italiani iniziavano a cantare e a ballare tutti insieme e hanno coinvolto tutti gli studenti Erasmus.”

      Amalia, Romania

      "Com'è organizzata la scuola nel vostro Paese?"

      "La scuola in Romania è obbligatoria fino a 15 anni ed è divisa in pre-primaria, dai tre ai sei anni, primaria dai sei/sette anni agli undici, secondaria inferiore dagli undici ai quindici anni e secondaria superiore dai quindici ai diciannove anni, se si frequenta il liceo o diciassette per la scuola professionale.”

                                                                                                                                Amalia, Romania

       

      "Da noi la scuola era obbligatoria fino a diciotto anni solo per i nati prima del 1998, ora la scuola è obbligatoria fino a sedici anni ed è essenzialmente uguale al sistema italiano per quanto ho capito, quindi ho poco da dire. Abbiamo una scuola elementare dove entri a sei anni e ne esci a undici e una scuola media, dove entri a undici ed esci a quattordici anni e poi una scuola superiore strutturata perfettamente come la vostra."

      Nandor, Ungheria

       

      PH Federico Mammarella"Conoscevate il brigantaggio postunitario prima dello spettacolo?"

      "Sì, il nostro professore di storia ci ha fatto una gran bella lezione sul brigantaggio e sulla questione meridionale, perché sapevamo che lo spettacolo avrebbe trattato questi argomenti."

      Ilayda, Turchia

       

      "No, ma ora che so di questi avvenimenti mi documenterò meglio, perché è un periodo affascinante della storia del vostro Paese."

                                                                                                                            Gonzalo, Portogallo

      "Una cosa che non dimenticherete mai?"

      "Il tempo che era sempre instabile, ma con il sole ogni tanto; da noi a novembre piove sempre."

      Melih, Turchia

      "La voglia di voi italiani di cantare e di fare festa e il vostro sorriso."

      Razvan, Romania

      "Il vostro cibo."

      Dominik, Ungheria

      "Sicuramente l'accoglienza calorosissima, poi i momenti splendidi che ho passato qui, l'ansia prima dello spettacolo. Porterò l'Italia sempre nel cuore e anche sulla mia pelle, perché mi sono tatuata una mappa dell'Italia con un puntino in corrispondenza di Roma e uno in corrispondenza di Scerni, per avervi sempre vicino."

      Daniela, Portogallo

       

      Domenico Galante

       


      Parole chiave:

      Briganti , Istituto agrario , Scerni

      Condividi questo articolo



       


        edit

        Scrivi su Scuolalocale clear remove

        Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
        account_circle
        email
        Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
        mode_edit
        Foto attach_file
        Indietro
        thumb_up

        Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

        Attendi una loro risposta, grazie!

        doneChiudi
        Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
        Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
        account_circle
        email
        Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
        Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        Foto attach_file
        Indietro
        thumb_up

        Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

        Attendi una loro risposta, grazie!

        Chiudi
        Chiudi