“L’Arminuta”, un romanzo che incanta il lettore - L’ultimo libro di Donatella Di Pietrantonio ha vinto il Premio Campiello
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattei su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Mattei Attualità 17/09/2017 17/09

    “L’Arminuta”, un romanzo che incanta il lettore

    L’ultimo libro di Donatella Di Pietrantonio ha vinto il Premio Campiello

    Il 9 settembre 2017 la 55esima edizione del Premio Campiello è stata vinta dalla scrittrice abruzzese Donatella Di Pietrantonio con il libro “L’Arminuta”, edito da Einaudi.

    Donatella Di Pietrantonio è nata nel 1963 ad Arsita, in provincia di Teramo, si è laureata in odontoiatria all’Università dell’Aquila e oggi vive a Penne, in provincia di Pescara, dove esercita la professione di dentista pediatrico.

    Il suo primo romanzo è stato “Mia madre è un fiume”, pubblicato nel 2011, con il quale si è aggiudicata il Premio Letterario Tropea.

    Nel 2013 ha pubblicato il libro “Bella Mia”, dedicato e ambientato all’Aquila, con il quale è stata candidata al Premio Strega e ha vinto il Premio Brancati.

    “L’Arminuta”, che in dialetto abruzzese significa “quella che è tornata”, è la storia di una ragazza di 13 anni restituita alla madre biologica dopo essere stata cresciuta da una parente.

    All’improvviso la protagonista scopre di non essere la figlia delle persone che l’avevano allevata e si ritrova catapultata dalla sua vita in una cittadina sul mare, amata e coccolata, in un paesino dell’entroterra, in un posto abitato da una famiglia numerosa ed estranea.

    Viene lasciata sulla soglia di casa quasi come un pacco insieme alla valigia e alla sacca piena di scarpe che porta con sé, ma senza una spiegazione.

    Con questo episodio inizia il racconto narrato in prima persona dalla ragazza, che sembra non meritare neanche un nome, poiché per tutti sarà “l’arminuta”.

    Durante tutta la vicenda la ragazza non farà altro che cercare una spiegazione a questo duplice abbandono (il primo avvenuto alla nascita da parte della madre biologica e poi la restituzione da parte della madre adottiva).

    Nel racconto emergono entrambe le figure materne, ma nessuna delle due riesce ad essere un punto di riferimento per la protagonista, poiché entrambe vengono soffocate da quello che è il loro mondo, mentre la donna che si rivela essere la più adulta nella storia è la sorella minore Adriana con la quale “l’arminuta” instaura man mano un legame familiare. Adriana riconosce la diversità della sorella e le sue doti e la protegge dall’ironia e dalla cattiveria della famiglia e dai compaesani.

    Le vicende si svolgono in un Abruzzo degli anni ’70, dove le località di mare e dell’entroterra sono profondamente diverse anche se non distanti fisicamente.

    Il romanzo incanta il lettore anche grazie all’utilizzo di un linguaggio schietto e ricco di parole dialettali che danno un significato più profondo alla storia.

    “L’Arminuta” è un racconto breve ma intenso, dove il lettore è immerso in un mondo rude, ricco di miseria e superstizioni ma che non perde la sua dignità. E’ un libro incantevole la cui lettura è consigliata a tutti.

                                                              Dalila Orlando


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi