Ermal Meta, sconfiggere la violenza con la musica - C’è grande attesa per il concerto in programma il 30 settembre
 
 
    Leggi il giornale di un istituto
     

      • Macerata - I.P.S.E.O.A. "G. Varnelli" (in attivazione)
      • Campobasso - Liceo Classico "Mario Pagano" (in attivazione)
      • Isernia - I.S.I.S. "FERMI-MATTEI" - ISERNIA (in attivazione)
      • Termoli - I.I.S. Boccardi - Tiberio (in attivazione)
      • Trivento - N. Scarano (in attivazione)

      Mattei Attualità 12/09 12/09

      Ermal Meta, sconfiggere la violenza con la musica

      C’è grande attesa per il concerto in programma il 30 settembre

      Quest’anno la città di Vasto avrà l’onore di ospitare per la festa patronale di San Michele il cantautore Ermal Meta. Nato a Fier, in Albania, il 20 aprile 1981, Ermal si è avvicinato alla musica da piccolissimo, guidato dalla madre violinista. Ha scritto la sua prima canzone all’età di 12 anni e si è dedicato totalmente allo studio, con ottimi risultati. A 13 anni si è trasferito a Bari con la madre, il fratello e la sorella, troncando definitivamente ogni rapporto con il padre, spesso da lui definito violento. Ha partecipato al Festival di Sanremo due volte, nel 2006 con gli “Ameba 4”, guidati da Caterina Caselli, e nel 2010 con la band “La Fame di Camilla”.

      È invece nel 2016 che ha preso parte al Festival per la prima volta da solista, tra le Nuove Proposte, con il brano “Odio le favole”, contenuto nel suo primo album “Umano”. Non ha vinto, ma ha lasciato il segno, tanto da convincere Carlo Conti ad inserirlo tra i Campioni nel 2017.

      Ha partecipato, infatti, alla scorsa edizione del Festival con il brano “Vietato Morire” (che funge da seguito al singolo “Lettera a mio padre”, in cui descrive il rapporto conflittuale con la figura paterna). Simbolo di speranza, la canzone è dedicata alla madre e al coraggio che ha avuto nell’affrontare il marito. Inoltre, gli è valsa il premio della critica “Mia Martini” e il terzo gradino del podio.

      La carriera da cantante di Ermal è affiancata a quella di autore: ha scritto, e continua a scrivere, testi per molti personaggi della musica italiana, da Patty Pravo, Annalisa e Giusy Ferreri a Francesca Michielin, Marco Mengoni e Lorenzo Fragola.

      Dopo l’esperienza a Sanremo ha iniziato il tour nelle città italiane ed è atteso a Vasto la sera del 30 settembre. Con la sua musica Ermal racconta le sue esperienze, inserendo in ogni brano tutto se stesso. I suoi testi entrano nel cuore di chi li ascolta e riescono a farci vedere la vita come un dono. Un dono da custodire ogni giorno e da alimentare con la forza dell’ amore.

      Flavia Dario


      Condividi questo articolo



       

       

      edit

      Scrivi su Scuolalocale clear remove

      Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      doneChiudi
      Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
      Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
      Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      Chiudi
      Chiudi