Una scuola innovativa e rivoluzionaria - L’arte è la protagonista del Polo Performativo Orientante
 
 
    Leggi il giornalino di un Istituto
     


      Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
      Rimuovi questa edizione come predefinita

      Una scuola innovativa e rivoluzionaria

      L’arte è la protagonista del Polo Performativo Orientante

      L’obiettivo del Polo Performativo Orientante è coinvolgere, far riscoprire e far appassionare i ragazzi all’arte, intesa come musica, danza, pittura, disegno, manualità, creatività… Liberando ed esprimendo le proprie emozioni, sensazioni e sentimenti, attraverso qualsiasi forma d’arte, si può evadere dalla normalità e dal dinamismo della vita quotidiana. L’arte e la musica riempiono la vita e avvicinano le persone.

      Venerdì 28 luglio 2017, presso la Sala Consiliare Giuseppe Vennitti di Vasto, si è svolta la Conferenza di Servizio diretta dalla Prof.ssa Maria Pia Di Carlo, dirigente dell’Istituto Comprensivo "Gabriele Rossetti", Scuola capofila del Polo Performativo Orientante.

      Alla conferenza erano presenti i dirigenti scolastici degli Istituti di Vasto e dei paesi limitrofi, il sindaco Francesco Menna, l’assessore all’istruzione, all’innovazione e alle politiche comunitarie Anna Bosco, il sindaco e il vice sindaco dei ragazzi Simone Di Minni e Lorenzo Marangione e i rappresentanti di numerosi enti e associazioni del Territorio aderenti all’iniziativa.

      La dirigente Maria Pia Di Carlo ha illustrato il progetto, sottolineando l’importanza dell’arte nella scuola e nella vita dei giovani, che devono sentirsi motivati e spronati a scoprire il proprio talento e le proprie capacità creative e professionali.

      Il Polo Performativo Orientante si presenta come un’opportunità per i ragazzi di fare nuove esperienze, conoscere, sperimentare e apprendere nuove discipline.

       Entro il 28 agosto il progetto verrà presentato all’Ufficio Scolastico Regionale e, se approvato, sin dal prossimo anno scolastico coinvolgerà tutte le scuole aderenti.

       

      “Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani, la sua testa ed il suo cuore è un artista.”
      (San Francesco d’Assisi)

      Il sindaco dei ragazzi e delle ragazze

      Simone Di Minni


      Condividi questo articolo



       

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Seguici su Facebook!


      Chiudi
      Chiudi