Da San Salvo ad Hollywood: California here we come! - Diario di viaggio parte 1: passeggiata sulla Walk of Fame
 
 
    Leggi il giornale di un istituto
     

      • Macerata - I.P.S.E.O.A. "G. Varnelli" (in attivazione)
      • Campobasso - Liceo Classico "Mario Pagano" (in attivazione)
      • Isernia - I.S.I.S. "FERMI-MATTEI" - ISERNIA (in attivazione)
      • Termoli - I.I.S. Boccardi - Tiberio (in attivazione)
      • Trivento - N. Scarano (in attivazione)

      Palizzi Riflessioni 31/07 31/07

      Da San Salvo ad Hollywood: California here we come!

      Diario di viaggio parte 1: passeggiata sulla Walk of Fame

      Walk of FameHo sempre amato viaggiare, ma devo ammettere di non essere mai arrivata molto lontano. Almeno fino al tre luglio. Quel giorno ho avuto l'onore di inaugurare il mio passaporto con il timbro degli Stati Uniti e prendere il volo verso la città degli angeli: l'unica e incomparabile Los Angeles.

      È stato amore a prima vista. L'America mi ha conquistata ma ancora di più le palme tipiche di Los Angeles, le quali aggiungono quel tocco esotico che rende famosa la città in tutto il mondo. Non potevo non condividere questa straordinaria esperienza con voi.

      Avendo partecipato a questo viaggio associandomi alla MLA (Move Language Ahead), il Tour operator specializzato da 40 anni in vacanze studio e corsi di lingua all'estero per bambini, ragazzi e adulti, stage linguistici e PON per le scuole, lo studio ha fatto la sua parte. Al mattino mi recavo in classe per le lezioni, tenute da insegnanti americani purosangue, i quali parlavano esclusivamente inglese come è giusto che sia. Proprio dal modo in cui interloquivano abbiamo capito la profonda differenza che corre tra l'inglese britannico e l'inglese americano: la grammatica. In America essa è molto più elastica e non bisogna farsi troppi problemi prima di parlare, cosa certamente a favore di noi italiani che con l'inglese non andiamo esattamente a braccetto.  Le lezioni sono state efficaci e divertenti. Abbiamo parlato, parlato e parlato. Dibattiti, giochi e musica sono stati il fulcro dell'insegnamento. Walk of Fame ShrekPoi, come è ovvio, abbiamo messo alla prova il nostro inglese direttamente sul campo, con risultati a volte esilaranti. Ma d'altronde eravamo lì per imparare. Ho avuto anche la fortuna di condividere la stanza con due ragazze ucraine, Sophia e Vlariia, che erano assai ferrate in inglese quindi ho potuto testare le mie competenze anche nei momenti di pausa.

      Walk of Fame Britney SpearsData questa premessa, ora iniziamo col vero diario di viaggio.

      Il primo giorno, ovvero il 4 luglio, abbiamo inaugurato la vacanza-studio con una tranquilla passeggiata sulla Walk of Fame! Hollywood, il quartiere più famoso di Los Angeles, nonché culla del cinema mondiale, è davvero emozionante. Non ti aspetti esista realmente fino a che non lo vedi. La scritta sulla collina, appena restaurata, è stato un colpo al cuore. Troppo suggestiva! Le star erano lì a posta per noi, certo non fisicamente (magari!) ma le stelle recanti i loro nomi correvano infinite lungo i marciapiedi. E c'erano proprio tutti: da Shirley Temple a John Travolta, da Marilyn Monroe ad Orlando Bloom, per non dimenticare Mickey Mouse e suo padre Walt Disney, e ancora Godzilla, Quentin Tarantino, Michael Jackson, Penelope Cruz, Biancaneve, Ricky Martin, Elton John  e addirittura Trump. Vecchi, nuovi, reali e non. Tutti i loro nomi, le loro firme e le loro impronte resteranno impresse in quella strada e nel mio cuore per sempre. Abbiamo  avuto anche la fortuna di passare davanti al Dolby Theatre, dove annualmente avviene la premiazione più seguita al mondo, l'ambitissimo "Premio Oscar". Bastava chiudere gli occhi per immaginare di vivere quella notte magica.

      È irreale essere stati a così stretto contatto con i personaggi famosi, seppur non materialmente. Calpestarli sembra quasi un affronto, ma ve lo assicuro: non c'è niente di più magico del camminare in mezzo a loro e sentirsi una star per un giorno.

                                                                                                                                                                              Diletta Argirò


      Parole chiave:

      Usa , walkofame

      Condividi questo articolo



       

       
       

      edit

      Scrivi su Scuolalocale clear remove

      Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      doneChiudi
      Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
      Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
      Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      Chiudi
      Chiudi