Alessandro Falcucci: il tennis è una passione - Il giovane tennista Alessandro Falcucci ci racconta la sua passione.
 
 
    Leggi il giornalino di un Istituto
     


      Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
      Rimuovi questa edizione come predefinita
      Palizzi Attualità 06/07 06/07

      Alessandro Falcucci: il tennis è una passione

      Il giovane tennista Alessandro Falcucci ci racconta la sua passione.

      Alessandro FalcucciAbbiamo intervistato Alessandro Falcucci, studente che ha appena ultimato il terzo anno di studi presso il Palizzi, nella sezione CAT, il quale ha deciso di fare del tennis la sua passione, non praticandolo come un semplice passatempo, bensì in modo agonistico. Alessandro è tesserato per la Promo Tennis Vasto e con questa società si è lanciato nel mondo del tennis.

      Allora Alessandro, com’è nata la passione per il tennis?

      La passione per il tennis è nata casualmente, giocavo a calcio e facevo nuoto. Mio zio è socio di un circolo di tennis ed un giorno sono andato con lui lì e mi hanno fatto provare. Mi è piaciuto, è stato come un “colpo di fulmine”, e da allora non ho più smesso di praticare questo sport.

      Quando hai iniziato a praticare tennis?

      Ho iniziato a praticare il tennis a nove anni.

      In genere in tutti gli sport ci sono degli idoli, tu ne hai? Chi sono?
      I miei idoli…anzi…il mio idolo è Roger Federer.

      Come hai capito che il tennis non era un semplice passatempo?
      Non l’ho capito subito. Lo sport in generale mi è sempre piaciuto e ho sempre voluto praticarlo in modo agonistico. Quando ho iniziato a frequentare Lanciano ed ho cominciato a fare molti tornei per tutta Italia, in quel momento ho capito che il tennis avrebbe potuto essere non un semplice passatempo, ma molto di più. Andando avanti mi sono allenato con maggior frequenza, la durata degli allenamenti aumentava, praticavo sempre più assiduamente questo sport.

      Alessandro ora che per te è chiaro che il tennis non è semplicemente un hobbie avrai degli obiettivi precisi. Quali sono i tuoi obiettivi futuri, a cosa aspiri?
      Il mio obiettivo principale, visto che adesso sono all’Accademia di San Marino, è quello di tentare la carriera professionistica.

      Come ti stai preparando per raggiungerli?
      A breve giocherò i miei primi tornei internazionali all’estero dove spero di ottenere qualche buon risultato. Nell’immediato futuro ci sono dei i tornei italiani.

      Bene Alessandro siamo giunti al termine dell’intervista, non ci resta che ringraziarti e augurarti di realizzare tutti i tuoi obiettivi
      Grazie a voi.

      Gabriel Nechita

       


      Parole chiave:

      tennis

      Condividi questo articolo



       

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Seguici su Facebook!


      Chiudi
      Chiudi