Il sapore del mare - Siamo sicuri di sapere cosa contiene l’acqua marina?
 
 
    Leggi il giornale di un istituto
     

      • Macerata - I.P.S.E.O.A. "G. Varnelli" (in attivazione)
      • Campobasso - Liceo Classico "Mario Pagano" (in attivazione)
      • Isernia - I.S.I.S. "FERMI-MATTEI" - ISERNIA (in attivazione)
      • Termoli - I.I.S. Boccardi - Tiberio (in attivazione)
      • Trivento - N. Scarano (in attivazione)

      Mattei Attualità 30/06 30/06

      Il sapore del mare

      Siamo sicuri di sapere cosa contiene l’acqua marina?

      Finalmente è arrivata l'estate: stagione del gran caldo, del divertimento e delle vacanze al mare. Tutti, grandi e piccoli, aspettano il momento di abbronzarsi sotto il torrido sole d'agosto e di entrare nell'acqua così azzurra, limpida e pulita.

      L'acqua piace a tutti sia da soli che in compagnia e, nella foga del gioco o della nuotata, a nessuno importa di mandarne giù qualche sorso, ma siamo veramente sicuri di sapere cosa contenga?

      Ecco subito la risposta. Ingrandendo di 25 volte una goccia d'acqua di mare si può chiaramente osservare la presenza di: alghe unicellulari (come le diatomee), uova di pesce, cianobatteri, crostacei piccolissimi (come i copepodi) e molte altre specie di plancton.

      La parola plancton indica tutti gli esseri viventi che non riescono a spostarsi autonomamente e restano sospesi in acqua in balia delle correnti.

      Include quindi alcuni virus marini, batteri, microscopici crostacei e vermi come i policheti e alcune uova o larve di organismi che, una volta adulti, non faranno più parte dei plancton come ad esempio pesci, granchi, aragoste e ricci.

      Naturalmente questi organismi, se ingeriti, non provocano alcun danno. Escherichia coli

      Lo stesso, purtroppo, non vale per i batteri dell’Escherichia coli trovati qualche giorno fa nel mare di San Salvo, che è stato subito ripulito.

      La presenza di questo batterio è probabilmente derivata dal contatto dell'acqua marina con fogne non depurate. Se si viene contaminati, si può andare incontro a gravi malattie dell'apparato digerente e dei reni.

      Tralasciando gli ultimi dettagli, è bene ricordare che l'acqua salata possiede molte proprietà antibatteriche dovute alla presenza di minerali quali lo zolfo, il sodio e il rame. Inoltre, si può rivelare efficace per la cura degli eczemi e come stimolo per la circolazione sanguigna. Per questo non abbiate timore, entrate in acqua e divertitevi.

      Buone vacanze!

                                                                                                                           Dalila Orlando


      Parole chiave:

      acqua , alghe , batteri , escherichia coli , mare , plancton

      Condividi questo articolo



       

       

      edit

      Scrivi su Scuolalocale clear remove

      Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      doneChiudi
      Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
      Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
      Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      Chiudi
      Chiudi