Un piccolo viaggio indietro nel tempo - Alla scoperta dei resti archeologici di Sepino e Schiavi d’Abruzzo
 
 
    Leggi il giornalino di un Istituto
     


      Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
      Rimuovi questa edizione come predefinita

      Un piccolo viaggio indietro nel tempo

      Alla scoperta dei resti archeologici di Sepino e Schiavi d’Abruzzo

      Le classi 1°C e 1°D"Un’esperienza che ci ha riportati indietro nel tempo". Queste le considerazioni dei ragazzi della 1°C e della 1°D del Polo Liceale "R. Mattioli" di Vasto che il giorno 3 maggio 2017 si sono recati presso le aree archeologiche di Sepino e Schiavi D’Abruzzo. Guidati dall’esperta archeologa paleo-cristiana Katia Di Penta, hanno avuto la possibilità di conoscere e apprezzare due perle archeologiche del nostro territorio.

      L’uscita è stata proposta dalle insegnanti di geostoria Dina Iezzi e Teresa Pardi, le quali hanno tenuto particolarmente alla partecipazione dei ragazzi all’iniziativa, affinc

      Resti archeologici

      hé potessero non solo migliorare le conoscenze tecniche, ma soprattutto affinché potessero valorizzare le grandi ricchezze del patrimonio artistico e culturale della nostra terra e

       chissà, magari avvicinarli e appassionarli all’archeologia.

      L’area, nella quale sorgeva l’antica città romana di Sepino, conserva la cinta muraria che ha uno sviluppo di 1270 metri ed è interrotta da quattro porte, da una delle quali, la porta Boiano, i ragazzi hanno potuto osservare dall’alto parte dell’area archeologica immersa nel verde. Da lì hanno ripercorso le strade dell’antica Sepino ammirando i resti dell’autentica città romana in miniatura, con tanto di terme, teatro, templi e tanti altri complessi monumentali, sentendosi piccoli cittadini di Sepino.

      Al termine della visita, la guida ha proposto ai ragazzi un’interessante attività per mettere alla prova, all’insegna del divertimento, le competenze acquisite.

      Nel pomeriggio le classi si sono spostate presso l’area archeologica di Schiavi D’Abruzzo. Qui molto apprezzati sono stati i templi, quello maggiore e quello minore, ma soprattutto i resti dei mosaici pavimentali.

      È stata un’esperienza che ha catturato l’attenzione dei ragazzi rendendoli protagonisti di un’indimenticabile viaggio indietro nel tempo.

       

                                                                                                                                                 

       

       Claudia Tiberio 

                                                                                                  Sara Di Tanna

                                                                                                  Martina Vicoli 


      Condividi questo articolo



       

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Seguici su Facebook!


      Chiudi
      Chiudi