Stefano Aloè: la passione che diventa vittoria - Uno studente del Liceo Mattioli riceve il primo premio al Certamen Nazionale D’Arpa
 
 
    Leggi il giornale di un istituto
     

      • Macerata - I.P.S.E.O.A. "G. Varnelli" (in attivazione)
      • Campobasso - Liceo Classico "Mario Pagano" (in attivazione)
      • Isernia - I.S.I.S. "FERMI-MATTEI" - ISERNIA (in attivazione)
      • Termoli - I.I.S. Boccardi - Tiberio (in attivazione)
      • Trivento - N. Scarano (in attivazione)

      Stefano Aloè: la passione che diventa vittoria

      Uno studente del Liceo Mattioli riceve il primo premio al Certamen Nazionale D’Arpa

      Stefano Aloè (foto di Ludovica Valente)Il Polo Liceale "R. Mattioli" di Vasto, ancora una volta, ha dimostrato di avere delle vere e proprie eccellenze tra i suoi studenti. Recentemente, Stefano Aloè, alunno della classe VA, già noto per le numerose vittorie in passate competizioni, ha ricevuto il primo premio alla XVI Edizione del Certamen Nazionale Fisico-Matematico "Fabiana D’Arpa".

      Abbiamo quindi deciso di porgli alcune domande per scoprire cose in più su di lui e sulla sua partecipazione al concorso.

      Puoi raccontarci un po' com'è stata l’esperienza competitiva del Certamen?

      Il compito non è stato impossibile, ci sono stati anni in cui era peggiore. L’ho completato prendendomi interamente le quattro ore concesse. La prova era composta da un problema di fisica, da due quesiti di matematica e due di fisica.

      Consideri questa vittoria come un traguardo, un punto di arrivo, oppure anche come una spinta per andare avanti?

      La vedo come una spinta più che un traguardo.

      Vorresti dedicare a qualcuno la tua vittoria?

      Veramente non saprei… non credo che la "dedicherei" a qualcuno.

      Come pensi sia considerata oggi la Fisica?

      In ambito scolastico, bisogna ammettere che è considerata male, dato che il Ministero ha ridotto il programma e se ne fa poca, ancheStefano Aloè (foto di ludovica Valente) se siamo in un Liceo Scientifico. Anche in ambito lavorativo non è vista molto bene, dato che effettivamente è difficile trovare lavoro come fisico.

      Restando in ambito scolastico, la Fisica, spesso, è considerata una disciplina ostica per gli studenti. Tu invece sei riuscito ad ottenere dei risultati eccellenti. Puoi svelarci questo piccolo segreto?

      Secondo me, si tratta semplicemente di essere appassionati ad una materia. Nel mio caso, mi sono avvicinato per conto mio e sin da piccolo alla Fisica e così è nata la passione. Non ha senso "ammazzarsi" di studio se non vi è passione!

      C'è una figura che ritieni sia un tuo modello d’ispirazione nel campo della Matematica e della Fisica?

      No, non ho una figura in particolare che vedo come mio punto di riferimento. Ci sono, però, figure che ammiro come Albert Einstein, dato che la teoria della relatività è uno degli argomenti che mi ha appassionato di più.

      Potresti raccontarci le esperienze che ricordi con più piacere collegate allo studio della Fisica?

      Ricordo le altre competizioni a cui ho partecipato, come le Nazionali di Fisica, dove ho avuto l’opportunità di conoscere altri studenti che condividevano la mia stessa passione e, ancora oggi, sono in contatto con loro e, probabilmente, saranno anche miei compagni di corso.

      Hai mai trovato qualche argomento nella Fisica particolarmente impegnativo?

      Stefano Aloè (foto di Ludovica Valente)Beh, nella Fisica, specialmente in quella moderna, gli argomenti difficili sono praticamente tutti. Tuttavia, non ho mai trovato difficile lo studio dato che lo facevo con piacere.

      Sappiamo che stai per finire il liceo: quali sono i tuoi progetti per il futuro?

      Sicuramente andrò a fare Fisica all’Università, anche se inizialmente ero indeciso e pensavo anche a Ingegneria…anche perché non credo sarei in grado di fare altro per cinque anni. Dopo l’università spero di rimanere nel campo della ricerca o in ambito accademico, anche se non è facile.

      Ringraziamo Stefano per il tempo che ci ha concesso e gli auguriamo di conseguire altri traguardi prestigiosi in un ambito stupendo come quello della Fisica. Ad Maiora!

       

      Adriana Salaris 


      Condividi questo articolo



       

       

      edit

      Scrivi su Scuolalocale clear remove

      Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      doneChiudi
      Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
      Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
      Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      Chiudi
      Chiudi