Concorso Movimento per la vita - Un’alunna del Palizzi vince e vola a Maratea
 
 
    Leggi il giornalino di un Istituto
     


      Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
      Rimuovi questa edizione come predefinita
      Palizzi Riconoscimenti 05/06 05/06

      Concorso Movimento per la vita

      Un’alunna del Palizzi vince e vola a Maratea

      Alessia Antenucci Il “Movimento per la Vita” è un’associazione legata alla Vita di oggi in Europa.

      La prof.ssa Salzano ha invitato alcuni suoi allievi a partecipare al concorso indetto da tale associazione. Per partecipare era necessario scrivere una riflessione sulla vita. Tra gli allievi partecipanti la prof.ssa Salzano ha selezionato ed inviato anche il tema dell’alunna Antenucci Alessia e tale tema è risultato vincente (EMOZIONI, VIAGGI, SCOPERTE... SEMPLICEMENTE VITA). Il premio una settimana di formazione a Maratea dal 30/07/2017 al 06/08/2017. Lì l’alunna vincitrice seguirà dei convegni e assisterà a dei seminari inerenti il tema della vita, in particolare legato ai motivi quali i problemi legati all’aborto, all’utero in affitto, all’abbandono dei neonati disabili.

      Così Alessia ha ringraziato tutti per questa occasione:

      Sono Alessia Antenucci e frequento il terzo anno in questa scuola, collaborando anche con la redazione del Palizzi.

      Sono qui a porgere i miei ringraziamenti all’associazione “Movimento per la Vita” per avermi regalato questa grande esperienza.

      Ho avuto modo di riflettere su qualcosa troppo spesso sottovalutato: la VITA. Una parola così piccola, ma piena di significati.

      Spesso non ci rendiamo conto dell’opportunità che abbiamo e non cogliamo nulla di quello che la vita ha da offrirci.

      Perché tutto questo? Perché guardiamo sempre ad altro, miriamo sempre più in alto e non sappiamo apprezzare quello che è attorno a noi.

      Prestiamo attenzione a cose che no, non sono inutili, ma che forse non sono davvero importanti.

      Nella nostra Europa si parla tanto di uguaglianza, di rispetto, di principi… ma, siamo davvero sicuri di rispettare questi valori? Forse no…

      Ecco che bisogna riscoprire il senso dell’esistenza, il significato della propria umanità.

      La società si evolve, si trasforma… e tutto cambia. Si comincia a trattare di temi come l’aborto, l’utero in affitto, l’abbandono di neonati malati e di persone disabili.

      L’uomo tende ad emarginare il più debole e a togliere di mezzo chi può renderlo vulnerabile: è giusto tutto questo?

      Ognuno ha il diritto di vivere la propria vita. La vita non è qualcosa che va guadagnata e nessuno ha il diritto di toglierla al prossimo.

      In passato, le vite venivano spezzate come se fossero “cose” inutili; oggi non deve essere più così.

      Bisogna incitare alla vita, vivere appieno la propria esistenza, fare della vita un viaggio pieno di emozioni e sensazioni.

      Teniamo sempre a mente tutto questo e torniamo a vivere.

      Ringrazio il Preside Fuiano e la professoressa Salzano, che ha sempre creduto in me, e, ancora una volta, un “grazie” all’associazione “Movimento per la Vita”.

      Alessia Antenucci

       

       


      Parole chiave:

      tema , vita

      Condividi questo articolo



       

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Seguici su Facebook!


      Chiudi
      Chiudi