Murale all’Ite "G. Spataro" Gissi per non dimenticare - La cultura come unico mezzo per vincere l’omertà e l’illegalità
 
 
    Leggi il giornalino di un Istituto
     


      Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
      Rimuovi questa edizione come predefinita
      Spataro Attualità 03/06 03/06

      Murale all’Ite "G. Spataro" Gissi per non dimenticare

      La cultura come unico mezzo per vincere l’omertà e l’illegalità

      fasi di realizzazione del muralesMemoria del passato e legalità, ecco il messaggio che negli anni rimarrà impresso sulle pareti dell’ Istituto Tecnico Economico di Gissi (CH) grazie al lavoro degli alunni della classe IA.

      In occasione dell’anniversario della strage di Capaci, la professoressa Paola Marrocco ha proposto ai ragazzi di realizzare un progetto di storia per ricordare la morte del giudice Giovanni Falcone, raccogliendo subito ampi consensi. Quelli a seguire sono stati giorno di lavori concitati in cui gli alunni hanno ricercato notizie sulla mafia, creato una breve lista con i nomi di alcune vittime innocenti e un glossario con le definizioni riguardanti le organizzazioni criminali, ricercato e stampato prime pagine di giornali con articoli a riguardo, realizzato degli stencil con la famosa immagine dei due giudici antimafia e con il profilo del giornalista e attivista Peppino Impastato.

      Sul muro è stata scritta anche una breve frase e la creatività dei ragazzi ha fatto il resto.

      E’ stato disegnato un albero sui cui rami spuntavano frasi di giustizia e legalità, una piovra con dei lunghi tentacoli ed altri simboli caratteristici della lotta contro l’omertà e l’illegalità. La realizzazioni del progetto ha visto collaborare tutti gli studenti della classe, ognuno in base alle sue capacità ed attitudini, e a lavoro concluso è stato bellissimo vedere l’espressione soddisfatta sulle loro facce.

      Molti di loro non conoscevano il vero significato della parola “mafia” né i principali fatti avvenuti in passato. Ma anche questo è “fare scuola” ed educare, utilizzando mezzi alternativi come le bombolette spray ed i pennelli.

      C.A.


      Parole chiave:

      Ite G. Spataro Gissi , legalità

      Condividi questo articolo



       

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Seguici su Facebook!


      Chiudi
      Chiudi