Quando era piccola amava tanto pattinare… - Piccoli scrittori crescono, parte 2
 
 
    Leggi il giornale di un istituto
     

      • Macerata - I.P.S.E.O.A. "G. Varnelli" (in attivazione)
      • Campobasso - Liceo Classico "Mario Pagano" (in attivazione)
      • Isernia - I.S.I.S. "FERMI-MATTEI" - ISERNIA (in attivazione)
      • Termoli - I.I.S. Boccardi - Tiberio (in attivazione)
      • Trivento - N. Scarano (in attivazione)

      Quando era piccola amava tanto pattinare…

      Piccoli scrittori crescono, parte 2

      Pattinare (Agostino Travaglini)Quando era piccola amava tanto pattinare sul ghiaccio, era la più brava di tutti; partecipava a molti concorsi, tutti vinti da lei, sembrava fosse nata per pattinare e vincere.

      Fin quando però, all'età di 14 anni, Alice, durante un'esibizione, cadde mentre volteggiava in aria. Purtroppo dopo quella caduta non riuscì più a pattinare a causa della sua schiena gravemente danneggiata. Così qualche mese dopo decise di operarsi; - questa era l'unica strada per ricominciare a pattinare -, le avevano spiegato i medici, ma nonostante l’operazione, Alice dovette aspettare ancora tanto tempo affinché la schiena si ristabilizzasse del tutto.

      Alice nel frattempo continuò ad andare a scuola ma a causa della sua caduta tutti la prendevano in giro e iniziò a sentirsi una buona a nulla nonostante in passato fosse stata la migliore. Per fortuna lei aveva Sara, la sua migliore amica, compagna di classe e pattinatrice, lei era come una sorella: le voleva molto bene infatti non vedeva l'ora di vederla ritornare in pista. Era l’unica a Pattinare (Agostino Travaglini)continuare ad incoraggiarla, Sara sapeva che i pattini avevano bisogno di Alice come Alice aveva bisogno di loro. Dovettero passare mesi dopo l'operazione per guarire del tutto, tuttavia ormai Alice non sentiva più il bisogno di pattinare, sembrava non le piacesse più, in realtà aveva un incubo ricorrente: aveva paura di ricadere e deludere un'altra volta i suoi fan.

      Quando Alice confidò a Sara i suoi pensieri, Sara fu molto triste, decise così di convincere la sua amica a ritornare alla vita felice di prima quindi la portò su una pista di pattinaggio senza che Alice lo sapesse. Arrivate in pista ad attenderla c'erano altri compagni di scuola giunti lì per sostenerla e per farle capire che può capitare a tutti di cadere l'importante è rialzarsi.Alice vedendo i suoi compagni e altri pattinare sentì una strana emozione dentro di sé, era la stessa che aveva provato ogni volta che aveva dovuto iniziare a pattinare, così comprese che lei non aveva mai smesso di amare il pattinaggio e ritornò vittoriosa in pista.

      Céline Oliveri

       


      Condividi questo articolo



       

       
       

      edit

      Scrivi su Scuolalocale clear remove

      Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      doneChiudi
      Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
      Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
      Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      Chiudi
      Chiudi