Progetto didattico-educativo “Consiglio Comunale dei Ragazzi" - A scuola di Service-Learning all’I.C. “Rossetti”
 
 
    Leggi il giornalino di un Istituto
     


      Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
      Rimuovi questa edizione come predefinita

      Progetto didattico-educativo “Consiglio Comunale dei Ragazzi"

      A scuola di Service-Learning all’I.C. “Rossetti”

      Sono questi giorni di attesa e di grande trepidazione per i trenta allievi di Vasto candidati al Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi: il 20 aprile nei due istituti comprensivi della città tutti i ragazzi potranno finalmente votare due candidati di una delle due liste:  #Unaluceperilfuturo e Histonium Team: la nostra Vasto.

      Da giorni nei locali dell’Istituto Comprensivo “G. Rossetti” si possono leggere tanti slogan su cartoncini colorati realizzati dagli allievi di tutte le classi per ricordarsi e ricordare ad ognuno il diritto politico per eccellenza, il diritto di voto, strettamente connesso ai principi  di democrazia, di sovranità popolare e di cittadinanza, temi su cui hanno riflettuto e svolto attività didattiche tutti gli allievi dell’Istituto.

      Infatti, l’elezione del Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi è solo una fase, benché centrale, di un Progetto d’Istituto più ampio che ha coinvolto e coinvolgerà tutti gli alunni: “A scuola di Service-Learning: Progetto didattico-educativo CCR (Consiglio Comunale dei Ragazzi)”, finalizzato alla realizzazione di attività in cui i giovanissimi sono i  “protagonisti” nella vita della loro comunità ed acquisiscono le proprie conoscenze e competenze attraverso un servizio solidale alla comunità. In tal modo i contenuti di Cittadinanza e Costituzione non restano mere conoscenze teoriche, ma rendono concreti i diritti di parola, di informazione, di cittadinanza, attraverso il protagonismo diretto e l’assunzione di responsabilità da parte dei  ragazzi affinché, sviluppando atteggiamenti e comportamenti pro-sociali, possano costruire e mantenere relazioni sane sia dentro sia fuori le mura scolastiche.

      Rosalba Felice

       


      Condividi questo articolo



       

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Seguici su Facebook!


      Chiudi
      Chiudi