Tra sogno e realtà: un pomeriggio al Liceo Classico - Pomeriggio del Liceo Classico
 
 
    Leggi il giornalino di un Istituto
     


      Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
      Rimuovi questa edizione come predefinita

      Tra sogno e realtà: un pomeriggio al Liceo Classico

      Pomeriggio del Liceo Classico

      Finalmente, dopo una serie di rinvii causati dal maltempo, il 28 gennaio, nell'Auditorium del Liceo Artistico "Pantini-Pudente", si è tenuta una speciale versione della "Notte nazionale del Liceo Classico" dal tema "Tra sogno e realtà".

      Quasi tutte le classi della nostra scuola hanno partecipato, mettendo in scena, con grande entusiasmo ed impegno, spettacoli di ogni epoca e stile.  

      I miei compagni di classe ed io, con l'aiuto e la direzione della professoressa Petrosemolo, abbiamo recitato la nota canzone di Francesco Petrarca, "Chiare, fresche e dolci acque", in cui Laura, la donna amata dal poeta, assume i contorni di un fantasma sospeso tra sogno e realtà.

      Carichi di emozione non appena abbiamo sentito le prime note del sottofondo risuonare nell'aria e contenti del risultato ottenuto ala fine, abbiamo cosi inscenato il piccolo tassello di un più grande spettacolo.        

      La "Notte del Liceo Classico" è, ogni anno, frutto del grande lavoro di tutto il personale scolastico nel promuovere una cultura umanistica che ha ancora molto da raccontare.                                                                                  

      E,quindi, non mi resta che dire: al prossimo anno!

      Alice Del Casale


      Parole chiave:

      notte del liceo classico

      Condividi questo articolo



       

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Seguici su Facebook!


      Chiudi
      Chiudi