"Tirocini ed esperienza all’estero necessari per i lavori di oggi" - I volti delle aziende del territorio - Maria Antonietta Barattucci di Aumatech
 
 
    Leggi il giornalino di un Istituto
     


      Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
      Rimuovi questa edizione come predefinita

      "Tirocini ed esperienza all’estero necessari per i lavori di oggi"

      I volti delle aziende del territorio - Maria Antonietta Barattucci di Aumatech

      Maria Antonietta BarattucciConoscere i percorsi di studio e professionali di persone che oggi lavorano in realtà di diverso genere è senz'altro un tassello in più per uno studente che si trova a dover scegliere quale sarà la sua strada terminata la scuola. Per questo, attraverso i volti e le parole di tante persone, ognuno con una storia differente, si può creare una sorta di mappa delle professioni che gli studenti possono conoscere e approfondire con una testimonianza diretta. 

      Abbiamo intervistato Maria Antonietta BarattucciAdministration & Sales Support della Aumatech di San Salvo.

      Di cosa si occupa la tua azienda?
      Di progettazione e realizzazione di macchinari destinati all'industria dell'automotive sia in Italia che all'estero. Realizziamo impianti sia nuovi, commissionati dai clienti, che componenti che andranno su linee produttive già esistenti.

      Di cosa ti occupi tu all’interno dell’azienda?
      Mi occupo di contabilità, soprattutto per quanto riguarda la fatturazione, i rapporti con i clienti, il supporto nelle vendite fino ad arrivare alla redazione del bilancio.

      Qual è stato il tuo percorso scolastico?
      Mi sono diplomata all'Istituto Commerciale e ho cominciato a lavorare decidendo di non andare all'università. 

      Come sei arrivato al tuo lavoro attuale?
      Ho fatto un'esperienza all'estero, in Francia, per migliorare la conoscenza delle lingue straniere. Tornata in Italia, ho avuto varie esperienze come segretaria in aziende per le quali mi occupavo della contabilità.

      Qual è l’aspetto del tuo lavoro che ti piace di più?
      Sicuramente l'ambiente giovane e innovativo e poi l'opportunità di essere a contatto con aziende estere e conoscere altre realtà.

      Cosa consigli a chi vuole intraprendere un percorso simile?
      Studiare e fare soprattutto un'esperienza all'estero perché attualmente le aziende lavorano molto al di fuori dell'Italia ed è importantissimo conoscere le lingue.

      Un consiglio per chi si appresta a passare dalla scuola al mondo del lavoro?
      Essere tenaci perché quando si fanno i colloqui si chiede sempre l'esperienza. Per questo è importante anche fare tirocini e non cercare subito il posto da dipendente.

      di Redazione Scuolalocale.it (info@scuolalocale.it)


      Condividi questo articolo



       

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Seguici su Facebook!


      Chiudi
      Chiudi