Pantini-Pudente: correre per vivere - Corsa campestre al Pantini-Pudente per valorizzare il talento degli alunni
 
 
    Leggi il giornale di un istituto
     

      • Macerata - I.P.S.E.O.A. "G. Varnelli" (in attivazione)
      • Campobasso - Liceo Classico "Mario Pagano" (in attivazione)
      • Isernia - I.S.I.S. "FERMI-MATTEI" - ISERNIA (in attivazione)
      • Termoli - I.I.S. Boccardi - Tiberio (in attivazione)
      • Trivento - N. Scarano (in attivazione)

      Pantini Pudente Sport 17/02 17/02

      Pantini-Pudente: correre per vivere

      Corsa campestre al Pantini-Pudente per valorizzare il talento degli alunni

      8 febbraio 2017: pista da corsa piena di docenti, alunni, genitori...il primo incontro finalizzato ad una gara per eleggere dei campioni, nel recupero dello spirito agonistico, nato nel 776 a. C. ,alle prime Olimpiadi della storia greca.

      Se c'è un qualcosa di decisamente appagante per un adolescente, questa è partecipare ad una competizione, di qualunque genere essa sia: ci si confronta, si dà il meglio e, vittoria o meno, si fanno quasi sempre nuove amicizie. È quello che è accaduto nella nostra scuola, in occasione dell'usuale gara di corsa campestre, "Correre per vivere", che ha visto partecipare ben più di 100 alunni, provenienti da ciascun plesso dei licei: divisi per sesso ed età, i ragazzi hanno corso ben 2,5 km, le ragazze 2 km, ognuno dando prova delle proprie capacità, più o meno grandi.

      Certamente, dietro ciò c'è stato un lungo e attento allenamento, che ha visto i ragazzi prepararsi per la gara 3 giorni a settimana per 3 settimane, durante le quali misuravano costantemente le proprie pulsazioni e dimostravano i loro miglioramenti di volta in volta. 
      In vista della gara, sono stati anche consigliati sui cibi da mangiare dai loro professori: Paolo Francesco Zaccaria per il liceo linguistico, Paola Sacchetti per il liceo classico, ed infine Gianluca Desiati per il liceo artistico.
      Si sono tutti riuniti in data 17 febbraio per la cerimonia di premiazione. Primi fra tutti, gli alunni della categoria speciali: Alessia D'Ottavio (liceo artistico), Guglielmo Saraceni (liceo classico), Francesco Giorgini (liceo artistico), Carlos Cuesta Rivero (liceo artistico) e Davide Di Giacomo (liceo artistico). 

      Per la categoria allieve arriva prima Santini Carla, del liceo linguistico, seguita da Florentina Piticaru (liceo artistico) e Chiara Noviello (liceo classico); per la categoria juniores femminile primeggiano Nokola Czecholinska  (liceo artistico), Esther Conte (liceo linguistico) e Cecilia Luciani (liceo classico); per la categoria allievi Giovanni Peluso (liceo artistico), Alessandro Fiore (liceo Classico), Giovanni Di Bussolo (liceo classico). Per quanto riguarda invece la categoria juniores maschile: Fabiano Marcovecchio (liceo classico), Giampaolo Benedetti (liceo artistico), Federico Grosso (liceo classico). 

      Ognuno di questi alunni è stato premiato dalla Dirigente, dott.ssa Maria Luisa Di Mucci, con una medaglia che attesta la loro vittoria, guadagnata con sudore, fatica e purtroppo, in alcuni casi, anche con grande sofferenza. Sono stati diversi i casi di persone che si sono sentite male nel corso della gara per la stanchezza e lo sforzo compiuto, ma hanno tutti egualmente trionfato, così come anche chi è arrivato quarto, quinto, ultimo e penultimo, perché non è importante arrivare primi: certo, é pur sempre bello avere una gratificazione del genere, ma la vera soddisfazione in una competizione è confrontare con gli altri le proprie capacità, capire quali siano i propri limiti per poi imparare a migliorarsi, sotto ogni punto di vista.

      Il trionfo è di tutti, la medaglia va alla capacità di trasformare tali momenti unici nella crescita di una micro società scolastica che condivide esperienze di vittoria, come insegna la dea Nike.

                              Dimitra Gurduiala

      Fotogallery di Alice Di Pinto


      Parole chiave:

      sport , corsa campestre , gare , iniziative

      Condividi questo articolo



       

       

      edit

      Scrivi su Scuolalocale clear remove

      Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      doneChiudi
      Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
      Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
      account_circle
      email
      Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
      Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      mode_edit
      Foto attach_file
      Indietro
      thumb_up

      Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

      Attendi una loro risposta, grazie!

      Chiudi
      Chiudi