Il 6 gennaio: un giorno speciale - Curiosità sulla festa dell’Epifania
 
Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Mattioli Vasto Curiosità 06/01/2017 06/01

Il 6 gennaio: un giorno speciale

Curiosità sulla festa dell’Epifania

La BefanaChe cosa succede il 6 gennaio?

Arriva la Befana! L’Epifania è una festa cristiana in quanto Gesù si manifesta come figlio di Dio ai tre Magi venuti dall’Oriente: Baldassarre, Melchiorre e Gaspare. Questi erano tre sapienti che portavano con loro tre doni: l’oro, che era l’omaggio riservato ai sovrani; l’incenso, in onore delle divinità; la mirra, che veniva utilizzata durante le cerimonie funebri. L’epifania è un giorno che chiude il lungo periodo delle feste. Infatti il detto asserisce che "tutte le feste le porta via". Questa festività si celebrava a Roma già dal II sec. e la parola sta a significare "visibile", parola che si è via via trasformata in “Pifania, Beffania” e finalmente BEFANA. Beffania ricordava una "strega" che volava sui tetti delle case in quella notte. Non si sa con precisione la sua origine ma, come Babbo Natale, è un personaggio fondamentale per i bambini.

Chi è la Befana?

La Befana viene descritta come una vecchietta, brutta e magra, vestita di nero con un fazzoletto in testa, i piedi magri e le calze e le scarpe rotte e bucate, con un grosso dito che esce fuori dalla scarpa. Secondo la tradizione, viaggia sopra una scopa con un sacco sulle spalle che contiene i doni per i bambini. La Befana, per lasciare i suoi doni nelle case, passa attraverso i camini e per questo è sempre tutta sporca di nero.

E i bambini che fanno?

Innanzitutto devono comportarsi bene. Inoltre, appendono vicino ai camini le calze che la Befana riempirà di doni. Un tempo questi doni consistevano in dolci, caramelle e biscotti. Oggi le tradizioni sono un po’ cambiate e rivolte più al consumismo, infatti si fanno trovare ai bambini tanti giocattoli e altri regali costosi. Contrapposto all’azione generosa e benevola di questa vecchietta vi è un elemento di grande peculiarità che la distingue: si tratta del "carbone" che elargisce ai fanciulli che non si sono comportati bene nel corso dell’anno.

Perché proprio il carbone?

Il carbone è la materia nera. Dalla quantità trovata nella calza, il fanciullo ricava la misura del suo comportamento.

Cosa ci resta quindi da fare?

Un bell’esame di coscienza e sperare in un bel dono da parte di questa vecchietta. 

 Maria Giulia Troilo


Parole chiave:

befana , curiosità , epifania

Condividi questo articolo




 

edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi