Il Natale delle tradizioni - Le tradizioni natalizie
 
Stai leggendo il giornale digitale di Pantini Pudente su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Pantini Pudente Curiosità 24/12/2016 24/12

Il Natale delle tradizioni

Le tradizioni natalizie

Il Natale porta una ventata di magia ovunque. A partire dall’8 Dicembre, il popolo italiano s’adopera nei preparatevi di presepi, alberi di natale e pacchetti di ogni genere. Nelle piazze delle città, nei negozi, nelle scuole e soprattutto nelle case, i simboli del Natale invadono il campo visivo donandoci una piacevole atmosfera magica.

Padrone indiscusso di questa festa è sicuramente l’albero di Natale, le cui origini tedesche ne spiegano la simbologia. Fu importato in Italia dalla regina Margherita di Napoli ed ebbe subito successo. Nonostante ciò la diffusione dell’albero di Natale è illustrata in una leggenda. Secondo tale racconto un bambino, essendosi perso nel bosco in una notte di gelo e neve, si riparò sotto un abete che, impietositosi alla vista del ragazzino tremante, lo protesse con i suoi rami. Il mattino seguente, quando ritrovarono il bambino furono tutti meravigliati dallo scintillio dei cristalli di ghiaccio che poi riprodussero addobbando degli abeti con le luci.

Se da una parte l’albero di Natale è il padrone della festa, indubbiamente il presepe è il veterano, infatti il primo presepe fu quello orchestrato da San Francesco d’Assisi nella grotta di Greccio in Umbria nel 1223 dopo essere ritornato da Betlemme. Da allora a Greccio si ospita ogni anno il più antico presepe vivente, riproposto proprio uguale a quello del santo.

E’ barbuto e in sovrappeso, ha la barba e i capelli bianchi, si chiama Babbo Natale ed è forse la figura preferita dei bambini. In principio si chiamava Nicola, meglio dire San Nicola, e nacque nell’Asia Minore nel 280 a.C. circa. Nel 1822 San Nicola “emigrò” al Polo Nord, forse stanco del caldo Mediterraneo. Mentre allora aveva il vestito verde, era giovane e magro, nella fine del secolo, divenne un uomo corpulento, non necessariamente anziano. Fu la Coca-Cola a rendere Babbo Natale il vecchietto preferito dei bambini donandogli una slitta, delle renne, e il caratteristico colore rosso.

Nonostante Babbo Natale, o San Nicola, sia un fiero abitante del Polo Nord, nel Nord dell’Europa (ma anche nel nord Italia) è Santa Lucia a fare le veci di Babbo Natale. La si festeggia il 13 Dicembre e a nome suo vengono fatti doni ai bambini proprio quel giorno, depositandoli nelle scarpe o nelle calze.

Concludo lasciandovi una parte del discorso del 25 Dicembre 1927 del presidente Calvin Coolidge: “Il Natale non è un periodo o una stagionalità, ma uno stato della mente. Porta pace e buoni propositi, ma soprattutto misericordia perchè non è Natale senza una tazza di magia e un cucchiaino di misericordia.”

Alessia D'Ercole


Parole chiave:

natale , tradizioni natalizie

Condividi questo articolo



 

 

edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Chiudi
Chiudi