Le novità delle "Unioni civili" - La legge è stata approvata dal Senato lo scorso 25 febbraio
 
 
    Leggi il giornalino di un Istituto
     


      Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
      Rimuovi questa edizione come predefinita
      Mattioli San Salvo Attualità 22/04/2016 22/04

      Le novità delle "Unioni civili"

      La legge è stata approvata dal Senato lo scorso 25 febbraio

      La legge approvata dal Senato lo scorso 25 febbraio prevede l’introduzione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso. L’iter della legge però non è ancora terminato in quanto l’attuale testo dovrà tornare alla Camera per l’approvazione definitiva.

      I punti fondamentali introdotti sono i seguenti: come il matrimonio, l'unione civile si costituisce di fronte all'ufficiale di stato civile; le parti possono stabilire di assumere un cognome comune scegliendolo tra i loro; dall’unione deriva l’obbligo reciproco all’assistenza morale e materiale e alla coabitazione, tuttavia manca qualsiasi riferimento all'obbligo di fedeltà, presente invece nel matrimonio.

      Nel maxi-emendamento inoltre è stata inserita una nuova dicitura che consente ai singoli Tribunali di concedere la stepchild adoption ai singoli casi concreti. Come per il matrimonio, in assenza di indicazioni diverse, si applica la comunione dei beni.
      Se l'unione dovesse cessare, le parti hanno diritto all'eredità, alla pensione di reversibilità e al mantenimento infine in caso di separazione, questa avviene davanti all'ufficiale di stato civile, quando le parti ne manifestano la volontà (anche disgiunta).

      Lorena Dragnea
      Gabriella Fabrizio


      Parole chiave:

      leggi , politica , senato , unioni civili

      Condividi questo articolo



       

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Seguici su Facebook!


      Chiudi
      Chiudi